Personaggi

Gli ex coinquilini:
In ordine di stanza:

Dr (ex) Compagno di Stanza: Sardo purosangue, romano d'adozione, si diletta dando esami, allevando ratti, leggendo manuali di linguaggi di programmazione, leggendo il mio blog.
Uomo da bermuda e sandalo, rutto libero, abituato ad avere le redini della situazione.
Non so cos'altro scrivere perché ho paura che si offenda.

Dr Primo Anno: Leggenda narra che le prime parole che rivolsi a Primo Anno furono "Non me ne frega un cazzo", ma io continuo a sostenere di aver detto "Ciao", Primo Anno è moderatamente basso ma a noi piace dirgli che è proprio un nano, come dice la mia amica Ninì è "Un bonazzo", si chiama come me, ha gli occhi chiari come me, la sua famiglia fa lo stesso mestiere che faceva la mia.
Trovo tutto questo un po' inquietante.
Ha una morosa omonima molto carina anche solo per essere entrata più di due volta in questa casa senza prendere malattie.

Economista: Coinquilino dal nome più unico che raro, dal ciuffo a onda che pensavo si svegliasse così invece indiscrezioni sosterrebbero che sia tutto supercostruito, dalla fighettaggine indefessa.
Apparentemente almeno.
Ad ogni modo la piastra per capelli in bagno non è mia.
Economista sa sempre cosa fare, quando e come farlo, anche se solo per ipotesi, ma te la vende così bene che è comunque rassicurante.

Dr. Fumetto: Uomo d'altri tempi con saldissimi principi che ogni tanto cambiano, ma sono sempre molto estremi.
Si diletta a disegnare, leggere fumetti, giocare online, passare per questo blog e trasportare da sua madre a noi un sacco di roba da mangiare.


Le nuove coinquiline:

Nene: Coinquilina bionda, alta, apparentemente imparentata con Heidi Klum, studia.
Di continuo.

Nania: Mora, sorriso smagliante, studia, scrive poesie e ogni tanto si sbronza di spritz.

La famiglia:

Nonna Tì: la nonna con cui vivo nel mio paesello

Zia Giovane: La zia superfiga, con il marito cartola Zio A., con i figli maschio e femmina superfighi, lavoro interessante, amici ggiusti, vestiti ggiusti. Una con le palle.

Zia Simpatica: per sua stessa definizione, considerato che quella figa è la sorella.
Quasi cinquantenne che se ne sente ancora solo 15, fa la maestra elementare cosa che la rende irritante come una bambina e inascoltabile considerato che ha un megafono al posto della bocca.
Lei e il marito - Zio P. - formano la famiglia più ilare che abbia mai conosciuto.






4 commenti:

  1. Ecco, mi ero persa l'aggiornamento di questa pagina. Ma ho recuperato, eh! ^_^

    RispondiElimina
  2. Ti amo...by l'economista!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina