mercoledì 2 maggio 2012

Cose che avrei voluto dirti

Da quanto tempo dormi in un posto che non è casa tua?
Hai con te la maglietta di lana?
Guarda che se prendi freddo ti ritrovi a scrivermi sotto Natale che non sai come uscire dalla doccia.
Porta con te una sciarpa, un paio di libri e qualche cruciverba.
Ricordati il soprabito.
E che non si può aggiustare tutto ma alle volte incredibilmente le cose guariscono da sole.
Portami una calamita da attaccare sul frigorifero per maledirla settimane fino a buttarla perché mi fa troppo pensare a te.
Portami una calamita che posso ripescare tutta intera dalla spazzatura per quando mi sarà    passata.

Io ti lascio un abbraccio, un bacio in testa e qualunque speranza perché sappia (certamente) farne un uso migliore di me. 

8 commenti:

  1. ecco perchè mi dico perchè vale la pena leggerti.

    RispondiElimina
  2. Il problema del freddo post doccia è grave. Io ne soffro.
    Per il resto, le calamite da frigo sono fatte per spezzarsi a terra in più cocci.

    RispondiElimina
  3. Questa sì che è poesia... quanto mi piaci quando scrivi così non hai idea!

    RispondiElimina
  4. ti risponderò come faccio quando i signori delle pubblicità mi fanno delle domande: anche io.

    RispondiElimina
  5. Meraviglioso, post meraviglioso!

    RispondiElimina
  6. Posso non unirmi a questo coro adorante?
    Benché anche i tuoi scleri non siano secondi a nulla.

    RispondiElimina