martedì 13 dicembre 2011

Oggi c'ho un fancazzismo a livelli così vergognosi che mi serve scrivere per fingere di stare facendo qualcosa che abbia un senso.

In realtà sbircio gli stati personali su fb di una mia coinquilina (che è nell'altra stanza) e mi chiedo come usare il caramello che ho fatto ieri.
Bello il caramello: avevo voglia di cucinare e di profumo, poco tempo, zero fame, allora ho fatto il caramello.
Che da solo non te ne fai un tubo.

Stamattina l'ho messo sui pancake, il 22 ho le analisi del sangue.
Pensate non ci sia correlazione tra i due eventi?
Beh io lo spero.

Comunque, non ho detto niente della nuova casa perché la biondina ha detto che preferisce io eviti di scrivere i fatti suoi nel blog.
Cosa buona e giusta, infatti mi limiterò ad una breve descrizione.
Personale.
Parzialissima.

La biondina è una filucca alta quasi quanto me, con venti Kg di meno, trentina, che di mestiere abbatte stereotipi.
O almeno, è quello che penso io.

Voglio dire: c'ha un telaio praticamente perfetto, è intelligente, da baracca, accorta e anziché concupire ricchi coglioni in costa smeralda passa la vita a dannarsi per studiare medicina e ad ogni occasione buona disegna, ritaglia e mima cuoricini.
Praticamente hanno impastato Biancaneve con due nani ubriachi, steso, messo i capelli biondi e un cuore di pasta alle mandorle.
Rivoltante.

Basta, mi hanno distratta dal cazzeggiare.
A volte gli impegni lo fanno.

3 commenti:

  1. Niente male la coinquilina!
    In bocca al lupo per gli esami - no, non quelli del sangue.
    C.S.

    RispondiElimina
  2. tra l'altro se fa geriatria, sta veramente sprecando tempo e si troverà a fare la stessa identica cosa.

    RispondiElimina
  3. nel senso che ritaglia carta
    oppure pazienti in sala operatoria? (ovviamente usando le forbici con la punta arrotondata)

    RispondiElimina