mercoledì 30 novembre 2011

Storia.

La storia è 'na roba del tutto inutile.
Voglio dire, a chi può seriamente fregare quanto accaduto migliaia di anni fa?
Chi può ritenere utile cos'è successo centinaia di anni fa?
Manco ricordo che ho mangiato a pranzo.

"Ma dai Tazza, la storia è utile".
Moltissimo.
Infatti serve studiarla degli anni per rendersi conto che quando due stati bisticciano e non hanno di meglio da fare entrano in guerra, che quando uno stato perde la tramontana troppo a lungo ad un certo punto il suo popolo insorge, che un sacco di cose non le sapremo mai per intero.

Vorrei conoscere la reale utilità del sapere il nome di quale figlio ha ammazzato Giulio Cesare.

Ma ci deve interessare per via dell'alloro?
Se ammazzo qualcuno il giorno della laurea mi merito una paginetta sul sussidiario?

La storia non serve a un cazzo, è l'equivalente sbiadito di una telenovela, accadono ciclicamente sempre le stesse cose a dimostrazione del fatto che sapere quanto già stato non impedisce di riproporlo come usato garantito.
"Hey, abbiamo un sacco di prigionieri di guerra qui e ti assicuro che a Buchenwald farli il salmì andava forte".
"Figo! Poi sai cosa? Mi piace l'idea del campo di concentramento, ma modernizziamo il nome che suona male, perché non Centro di Permanenza Temporanea?".

Si dice che i giovani d'oggi non abbiano fantasia, e vi chiedo: è seriamente una buona idea prendere spunto dalla storia?
Ammazzamenti, vessazioni, torture, schiavismo, carestie e gozzoviglie, guerre per motivi di merda, colonialismo, invasioni, stermini.
Poi ogni tanto nasceva il figlio di qualche regnante e si faceva festa quel giorno, peccato che persino Sissi fosse una gran mignotta.

Ora, a me della storia non può fregare di meno, il liceo l'ho finito, sono completamente ignorante sull'argomento ma credo di aver imparato a conviverci.

Mia cugina, purtroppo no.

venerdì 25 novembre 2011

"Ho sempre avuto paura dei forni"

"Che poi in ospedale c'è una vecchietta che mi attira con l'inganno.
Tipo mi chiama dicendo 'Ho sete' e cosa faccio, non vado?
Poi quando arrivo lì, mi abbraccia!"

- Le tette sono sempre cosa buona e giusta
- Vero. Ma è inutile che continui a guardare le mie: è un reggiseno imbottito

"No ok, perché esce da tutti i buchi meno che da quello che ho in bocca?"

- Hai vomitato nel lavandino
- Sì
- Perché? Il cesso è lì
- Ma il lavandino è qui

"Basta parlare di medicina, parliamo di porno"

"Ahahah, che scena!!! L'avevo rimossa!!! Abbiamo aperto la porta e tu avevi le mani nel vomito e sorridevi!"

- Pronto, buongiorno Tazza
- Ciao
- Dimmi
- Non mi ricordo più.