martedì 18 ottobre 2011

Intervallo

(Io mangio i fagioli da qualunque recipiente che non sia un piatto perché mi fa sentire un sacco Terence Hill.

I fagioli sono una figata, però non mi piacciono granché.
Mi piace il latte di soia, vale come fagioli?

Ancora on ho capito quale sia il motivo per cui mi debba piacere, considerato che sa di cartone.

Ricordo qualche anno fa una polemica sull'attribuzione del termine "Latte" al derivato vegetale, basata su osservazioni di una certa gravità: il latte è di provenienza animale.

Prima di tutto fossi stata una mandorla sarei arrossita guardando altrove abbassando la testa tra le spalle.
Come quando fai una puzza silenziosa al chiuso e speri che ci sia qualcuno con la faccia più da puzza della tua.
Idem per il riso, signor Scotti.


Perché quello di soia non è latte e samai che quello vero si offenda di esserci confuso.

E qui vorrei un po' di coda di paglia anche per l'artificiale.

In secondo luogo chiederei a qualunque avente diritto al voto con dubbi sulla differenza tra una vacca e un fagiolo di fare un passo avanti e consegnare la propria scheda elettorale perché c'è un limite a tutto.


sai che figurazza ho fatto stasera?
mammammia
a. è venito a trovarmi era seduto nel tavolo della cucina
io mi son messa allavandino per fare il caffe
e per fare la scema mi son tirata fuori il culo
e ho fatto il caffe con il culo fuori
non mi son accorta che c'era mio papa che fumava fuori dalla finestra della cucina

Forse non c'è).

4 commenti:

  1. mi spiace che non ti piacciano i fagioli.

    RispondiElimina
  2. Come disse Luttazzi o chi per lui, il latte di soia non è latte perchè la soia non ha le mammelle.
    Come riprova basti osservare che nessun presidente del consiglio ha mai pagato della soia.

    RispondiElimina
  3. Il glossario e le altre cartelline sono bellissimi, pensare non li avevo mai visti!
    Non bestemmiamo: il latte è latte di mucca bello grasso e cappuccinoso, soia riso e altre granaglie possono al massimo trasudare.
    Fagioli mangiati nella padella sono una goduria scenografica finissima complimenti.
    Padre, culo e caffè è episodio molto inquietante.
    Calcolando che non ti ho mai vista, pensarti come una mandorla arrossita è stato illuminante.

    RispondiElimina
  4. Per un momento ho anche pensato che i fagioli, il latte e la soia facessero tutti parte di una grande metafora allegorica da capire ed interpretare.

    Poi ho lasciato perdere.

    RispondiElimina