venerdì 16 settembre 2011

Carbonara e Coca Cola

Avrei anche continuato il post di ieri, ma sono stata troppo impegnata a vomitare bile e riprendermi fino a tornare ad una situazione psicofisica dignitosa dalle - grossomodo - dieci di stamattina a ora.

Ora, rientrare a casa ondeggiando un po', dormire con la testa dal lato dei piedi perché se no sai che vomiterai (o almeno, sai che quello è lo scopo della stanza altrimenti non vedo perché avrebbe dovuto iniziare a girare su se stessa e si sa che le stanze sono tenaci) in effetti non mi capitava da un po'.

Dovrei studiare anziché far l'ubriacona, ma considerato che mio padre ha la terza media e non è in grado di restare un giorno senza alcolici, ogni tanto una vacanza da questa continua guerra contro i miei geni è consentita.

Comunque, la cosa che mi turba - sì, c'è qualcosa che mi turba - è un'altra e cioè
quanto
ho
bevuto.

Un niente!

- quanto hai bevuto?
- Pochissimo
- e come osi sgridare me se poi ti sfasci così?
- Ho bevuto pochissimissimo!
- Tazza, ti ho vista bere. Non vomiti con pochissimissimo.
- Tre birre.
- Da due litri?

- Fumetto, ma ti pare che si finisca a vomitare per tre birre?
- Pf ma sei fuori, chi è lo sfigato a cui è successo?

- Cioè, ho vomitato
- Mangiato pesante?
- Ma magari, no
- mmm, incinta?
- direi di no
- .. e allora perché hai vomitato?
- Per le tre birre di ieri.
  Tre birre.
- Ah
  Ahah non capivo
  Di per sé non mi sembrava una gran notizia
- Quelle che abbiamo bevuto ieri sera, se no perché lo direi a te ..?
- Bo, enterite?
  Comunque 1,5 L di doppio malto..
  Sì, è poco.


Ora, per quanto io sia grata alla dolceamara incredulità di chi mi ha conosciuta prima di ieri, che non si capacita di come mi sono ridotta;
per quanto sappia che ultimamente bevo poco, ero a stomaco vuoto etc etc;
per quanto apprezzi l'idea di dover spendere meno  per arrivare allo stesso risultato;
sono
ufficialmente
diventata
una
pastina.

:'(




4 commenti:

  1. Ti si sta facendo il fegato tenero...

    RispondiElimina
  2. eh sì! per chi ha un curriculum di discreto alcolofilo, tre birre rappresentano ordinaria amministrazione.
    Può consolarti l'elemento non secondario che avevi lo stomaco poco assorbente.
    A questo punto ti si presentano, a parer mio, due scenari possibili.
    Scenario uno: prendi atto dell'abbassamento della SDB (Soglia di Sbronza), fai melina per i primi due boccali giusto per salvare la faccia (li bevi nell'arco di almeno 90 minuti) e dopo un accettabile lasso di tempo sgargarozzi il terzo.
    Scenario due: prima di andare all'abbeveraggio ti scofani una doppia porzione di spaghetti mare monti e praterie, tirando dentro nel sugo anche due bisonti, un angus e tre zebù. L'unico inconveniente è che rischi di arrivare a tra qualche anno perfettamente reggitrice d'alcool atque perfettamente bulimica e pantagruelica nelle forme.
    (Scenario tre: questo scenario va tra parentesi per un evidente senso del bon ton - accetti l'idea che stai invecchiando e ricordi i tempi andati con tuo padre, passando le serate a orzata, succhi di frutta, tisane calde di tarassaco e freschi frappè, il tutto frullato assieme, magari davanti alla 138esima replica del commissario Wolf. Vomiti comunque dallo sconforto, ma portando al cesso tutta la consapevolezza delle tue primavere inferiori).

    La mia è la versione prosaica.
    La versione poetica l'ha già espressa QuandoSiFaBuio.

    RispondiElimina
  3. Eh tragedia. Io a due sono già fuori uso. Però è molto economico.

    Stelm

    RispondiElimina