martedì 9 agosto 2011

D'animatori, di corse e di altre sciocchezze

Quando sei bambino lo sputo di piscina del Residence spocchioso nel quale alloggi è una distesa blu di tutto rispetto, dalla quale mantenere una religiosa distanza fino a che un genitore magnanimamente non decide che il tuo apparato digerente può sostenere il carico di un breve bagno.

La scialba e svogliata animatrice è un modello che appare inarrivabile e lontano, collocato in un'età perfetta che sembra incolmabilmente distante ma sai che un giorno ci arriverai anche tu a essere proprio come lei e nel frattempo ti crogioli nel vestito bianco vezzoso, di lino con le spalline sottili per sentirti più principessa, o corri con in mano una palla e addosso il completino sportivo che ti fa sentire quasi quasi una campionessa grande.

La palla la lanci a quel ragazzetto che fa la stagione per arrotondare, a quanto pare suo malgrado, un'attrazione irrinunciabile e affascinante e vorresti che continuasse ancora, anche dopo che se ne torna alla sua altisonante quanto inutile postazione di bagnino ma non hai il coraggio di chiederlo.

Il capovillaggio più idiota del mondo è un'affidabile adulto che ha il potere di decidere le vostre sorti di concerto con i genitori ed è importante che a tratti sorrida confermandovi che siete brave e carine.

Insomma, queste bambine sono fastidiose, i personaggi del residence veramente ridicoli, io acida perché insonne e ustionata e quando torno in possesso di un pc vi spiego come ho scastrato lo stendino.

5 commenti:

  1. ecco i motivi per cui odio i Residence. ed i villaggi. e la gente in vacanza.ed i bagnini.
    tutto in egual misura.
    attendo con ansia ragguagli sul povero stendino immolato per la tua serenità

    RispondiElimina
  2. Ed io che pensavo che a correre fossi tu!

    RispondiElimina
  3. Non perdoni e tocchi!

    Lilla

    RispondiElimina
  4. Che ci sei andata a fare?

    RispondiElimina