sabato 11 giugno 2011

Aldrovandi

Tre anni e sei mesi.
Tre anni dei quali, se ho ben capito, nemmeno da scontare.
Quindi, se la matematica non m'inganna - e a volte accade - sei mesi.

Sei mesi per aver pestato a morte un ragazzino.
Minacciato testimoni.
Occultato prove.
Essersi divertiti, immagino.
Aver fatto a pezzi una famiglia e poi logorata per circa sei anni.

Gettato chi nello sconforto, chi nella paura.
Da gente che, per mestiere, aveva promesso di fare tutto il contrario.

Ora, non so quale sia esattamente il prezzo di una vita.
Di un cinnetto poi.

Sei mesi è il prezzo?
Ne prendo due, grazie.
Poi li consumo su un paio degli agenti.
O anche direttamente quattro se sono in offerta speciale, tanto qualcuno con cui dividere alla romana lo trovo.

Vergogna.
Inaccettabile.

3 commenti:

  1. per sicurezza prendiamone qualcun'altra di quelle offerte speciali, ci sono anche Cucchi, Giuliani e Gabriele Sandri. Schifo assoluto

    RispondiElimina
  2. "Sei mesi è il prezzo?
    Ne prendo due, grazie.
    Poi li consumo su un paio degli agenti.
    O anche direttamente quattro se sono in offerta speciale, tanto qualcuno con cui dividere alla romana lo trovo."

    Presente.

    RispondiElimina
  3. Mah,
    io non sarei così ottimista.
    E' vero che tre anni glieli tolgono dalla pena e quindi rimangono a 6 mesi.
    Ma è vero che c'è la condizionale, sino a due anni.
    Quindi credo che in galera ci andranno solo a portare altri aldrovandi, magari stavolta con le buone, che se no li rompono tutti e non hanno più niente con cui giocare.

    RispondiElimina