mercoledì 13 aprile 2011

Rocambolesco artigianato

La topa di casa sta crescendo, e francamente la gabbietta che era stata acquistata insieme a lei poche settimane fa inizia ad andarle stretta.

Saltuariamente, diciamo in occasioni più uniche che rare, qualche appartenente alla combriccola di casa si muove verso un supermercato e fa spese.
Per il resto del tempo ci va benissimo il filippino Fil e il suo piccolo emporio seminterrato.

Quando qualcuno si muove dal supermercato verso casa, carico di una spesa compatibile con la sopravvivenza di cinque persone senza automobile, è un po' un casino, quindi noi - poveri studenti squattrinati - riteniamo che il carello si possa considerare un gentile omaggio transitorio.
Più o meno transitorio.

Cioè, credo che qualcuno indietro lo abbiamo riportato.
Vabbè.

Comunque ne avevamo uno sui calli da mesi - cheffarnecheffarnecheffarne - lo abbiamo preso, foderato di vecchie copie di Vanity Fair e ci abbiamo messo la topa.
Alla topa piace un sacco Vanity Fair.

Compagno di Stanza, dato che di fondo la topa è sua, ha decretato che il carrello come sistemazione va bene,  ma qualcosa in proposito lo turbava.

- Finalmente ce l'hoffatta!

ha decretato l'altro giorno irrompendo in stanza di fronte a un Economista e a una Tazza intenti nei propri affari.

- Ce l'hoffatta a tirare fuori l'euro maledetto

- Ma dai! Fico!
- Bravissimo, come hai fatto?

- Eeeeh, mannonè così difficile, 'na cazzata su

affermava con modestia e noncuranza.

Compagno di Stanza è un homo faber, in lui l'anima sarda e la cultura romana si fondono alla perfezione creando questo concentrato di senso pratico dalla parlata curiosa.

Io ed Economista del tutto ammirati.
Aveva reinserito l'incastro al termine della catenella nella fessura che normalmente è occupata dall'incastro di un altro carrello.

- Maènna cazzata su

- Oooooh
- Oooooh

- Basta solo un po' de impegno

- Ooooh io non ce l'avrei mai fatta
- Ooooh ma sei un eroe

- Sì beh insomma, e un po' de bestemmie

- Ooooh ma ci stanno
- Ooooh sei fuori dovevi filmarti

- E un sacco di tempo, ok

- Oooh
- Oooh

- E un martello.

- Aaaah ecco.

2 commenti:

  1. ha tutta la mia stima.
    Anche il martello la ha.
    Insomma io una volta il martello lho usato per fare entrare nel forno una teglia troppo larga.

    RispondiElimina
  2. aureliano che smartella la teglia ha tutta la mia stima.
    trasferite la topa nella brandina solo dopo la mia visita, però.

    RispondiElimina