lunedì 4 aprile 2011

Insulso post

A me piacerebbe far due chiacchere faccia a faccia con il mio subconscio, anche se temo che non sia possibile: credo si trovi all'interno della mia testa e stia chiaccherando con Francesco Renga in questo momento.

Maledetta radio: tu sei lì con le tue amiche a parlare il peggio possibile di chiunque ti venga in mente e nel frattempo, senza accorgertene, incameri stupidi motivetti e insulse melodie che nemmeno quaranta minuti di Pearl Jam riescono a toglierti dalla testa.

Ad ogni modo, ultimamente faccio sogni che un Lynch sotto acidi non otterrebbe nemmeno se prima di drogarsi partecipasse ad una rievocazione dell'olocausto armeno.
I miei incubi vanno da feti persi durante il bidet a incontri con amiche di amiche, lamentose come le peggio interpretazioni della D'Urso e così grasse che a portarle ai lidi ferraresi osserveremmo uno sconvolgimento delle maree, che nel sogno sono ancora più lamentose ed ancora più grasse, passando poi da incontri con il mio riccio cugino e la consorte in biblioteca dove, mentre parlo pacatamente con loro, il mio tabacco si trasforma in un tripudio di gigli e fiori di varia natura e io penso bene d'ingoiarne un mezzo kg.

Poi incrocio un tizio sconosciuto che mi saluta mentre va al bagno e continuo a mangiare tabacco floreale.

Ma vi pare possibile?
Ah, senza dimenticare il cattivissimo procione di peluches che tenta di mordermi mentre terrorizzata arrocco le mie chiappe su un piloncino di cemento.

Quindi tirando un po' le somme direi un grazie a:
- Leli e i suoi racconti dellla domenica mattina
- Francesco Renga
- i telefilm americani (non mi spiegherei il procione altrimenti)
- il mio capo K

e tutta una serie di altri fantasstici personaggi e mirabolanti avventure che racconterò meglio quando tornerò in possesso di un pc e potrò smettere quindi di postare dal cellulare.

E adesso vediamo di fare il culo agli insulsi cantanti che abitano la mia testa.
Francesco: in guardia.

2 commenti:

  1. "Omosessualità latente", avrebbe sentenziato Freud tra una botta di coca e l'altra.

    RispondiElimina
  2. wow, quanta ignoranza in un solo commento.

    RispondiElimina