sabato 26 febbraio 2011

Luoghi comuni

Uomini e donne sono diversi tra loro.
A diversi livelli.
Per esempio: spesso le donne non capiscono un cazzo di geografia.

Non lo so perché.
Sarà che il cromosoma Y oltre ai geni per la mascolinizzazione e un paio per l'idiozia contiene pure un tuttocittà, sarà che la letteratura è troppo per loro, sarà che nelle mutande hanno un solo testicolo e l'altra palletta è un gps, ma ogni fottuto individuo di sesso maschile che ho incontrato nella mia vita ha cercato d'insegnarmi cose come "Dove si trovano le Hawaii" o "Con cosa confina la Lituania".
Ma chiessenefrega.

Sono fermamente convinta che nelle ovaie si trovino mirabolanti scorte - perché le nostre sono gonadi entrambe - di dati riguardanti smalto per unghie, tampax, matite per occhi, come pulire un bagno, sindrome da crocerossina, manie ossessive e tutte le serie di una mamma per amica, ma mica sento l'esigenza di condividerle con l'altra metà del cielo.

Poi la geografia spoetizza tutto.

Ho sempre pensato le Maldive come luoghi relegati all'immaginario e alle cartoline, se proprio proprio alle foto di Corona e Belen, la Malesia come alternanza di costumi sgargianti a luoghi poco esplorati, soprattutto da personaggi di libri scritti tanto tempo fa, Brescia come città del sud Italia perché il nome da nord secondo me non ce l'ha per niente.

Non mi sono rassegnata all'esistenza della Basilicata nemmeno dopo averci pernottato ed essermici ubriacata così indegnamente da aver lasciato il mio numero di cellulare ad un punkammonnezza inguardabile e passato mezza serata a molestare una mantide religiosa piuttosto contrariata.

- Come fai a non sapere dove sia Nuova Dheli?
- Hai presente la A14? No?!
- Ma dai, come fai a non sapere che è in Abruzzo?

Dunque.
Ci ho messo due viaggi in Sardegna a ricordare Olbia-Livorno e un tre-quattro di mesi per interiorizzare quale delle due fosse nel continente.
Non ricordo assolutamente quante siano le regioni d'Italia (20, 21, 22 boh).
Ricordo vagamente dove si trova la Libia giusto perché ormai da quello stato si alzano colonne di fumo così alte che le vedo dalla finestra.

E so che non sono l'unica ridotta così.
Donne, ammettiamolo: spesso non capiamo un cazzo di geografia.

Poi però formulo una delle mie riflessioni generaliste e inutili, di quelle buone a lavarsi la coscienza butterata da crateri di lacune nozionistiche da scuole medie, e per niente originali e mi tranquillizzo.
Donne: spesso gli uomini non capiscono un cazzo di tutto il resto.

16 commenti:

  1. E pensa te che io di geografia non so un tubo.

    RispondiElimina
  2. nemmeno io so un cazzo di geografia, ma non credo sia una questione innata quanto di interesse assolutamente NULLO per l'argomento. informarsi a riguardo è alla portata di tutti; alle donne, semplicemente, non frega un cazzo delle autostrade e dei fiumi.

    RispondiElimina
  3. Le donne non sanno un cazzo di geografia perché hanno occhi per vedere, e quando viaggiano si concentrano su quello che hanno intorno, invece che sulla cartina.

    RispondiElimina
  4. Cazzo, questo sì che un post in splendida forma!
    Un vero capolavoro, Tazza, complimenti!

    RispondiElimina
  5. Non so un cazzo di geografia.

    Stelm.

    RispondiElimina
  6. Devo ricordarmi di fare un monumento ad Alej che mi ha fatto scoprire il tuo blog!
    ^_^

    RispondiElimina
  7. concordo in pieno!!fino a poco tempo fa per me la Giamaica era in Africa..

    ps:stupenda la definizione sopra:adoro le puttane teoriche!!!;.)

    RispondiElimina
  8. Perché non riesco mai a rientare nei luoghi comuni di cui il tuoi post sono sempre generosi?
    Io e la Geografia non ci frequentiamo da un po' di tempo, ormai. Senso dell'orientamento quanto ne vuoi, ma geografia.....

    RispondiElimina
  9. Tazza, mia adorata... condivido ogni sacrosanta parola... un mio ex era fissato con tutti gli stati africani, di cui non mi poteva importare di meno e lo confesso... della geografia non me n'è mai fregato nulla... ho delle convinzioni geografiche decisamente imbarazzanti... ^_^

    Rabb-it, niente monumenti, solo opere di bene ;-)

    RispondiElimina
  10. che poi va bene,eventualmente,condividere smalto,una mamma per amica e il resto, ma il tampax?

    RispondiElimina
  11. troppo facile il gioco al massacro tazza, puoi fare di meglio, lo so.

    RispondiElimina
  12. non ho mai capito un cazzo di geografia pure io.
    poi ho comprato un tom tom e non ci ho più pensato.
    e comunque per trovare la figa la geografia non serve.
    e forse neanche il tom tom.

    RispondiElimina
  13. appoggio in tutto e per tutto il post.
    by donna che è veramente ma veramente una pippa in geografia.
    (tipo ultimamente ho fatto una figuraccia con Novara. so che è al nord, ma non avevo la più pallida idea della sua posizione precisa.)
    ((chiedo scusa pubblicamente al comune di Novara, al sindaco, la giunta comunale e tutti i cittadini. Ciao))

    RispondiElimina
  14. Mia sorella mi ha sempre scartavetrato lo scartavetrabile co 'sta geografia.

    RispondiElimina
  15. Porta anche un po' sfiga non conoscere la geografia; è successo a me.
    Mi innamoro di un tizio della Basilicata: cip cip, baci baci e via così.
    Lui mi dice che però lui non è "esattamente" della Basilicata, ma della Lucania. Rimango come una statua di sale, ho già problemi a collocare la Basilicata e lui mi parla della Lucania? Ci tiene moltissimo alla Lucania e io non so neanche se esista nella realtà o sia solo uno spot televisivo.
    Ci rimane malissimo, i rapporti si incrinano, o meglio, precipitano.
    A conti fatti, col senno di poi e bla e bla, ripensandoci porta fortuna non sapere una cippa di geografia.
    Luisetta

    RispondiElimina
  16. Tazza, brescia è in puglia.
    dai aiutami a creare un po' di sana disinformazione che così l'ignoranza si nota meno. (bandit)

    RispondiElimina