martedì 4 gennaio 2011

Random satira – Finiamola qui, massa di rompipalle.

Lo scorso post, diversamente dal penultimo, non ha scatenato reazioni di sorta: niente discussioni in bacheche altrui, niente messaggi privati o via mail che chiedessero a chi mi stessi riferendo esattamente - manco fossero cazzi vostri - nessun danno degno di nota insomma.

Questo perché probabilmente non vi sentite chiamati in causa.
Sarete convinti delle vostre doti genitali - o sperate sulla riservatezza dei pochi che ne hanno avuto triste esperienza - e pieni di fiducia sia nel vostro olfatto che nelle vostre sorelle.

Invece mi pare che un po' troppi se la siano presa sul personale per 'Random satira', tipo un paio che mi hanno scritto via mail.
A loro vorrei dire: non perché non facciate schifo, lo farete di certo e non voglio assolutamente metterlo in dubbio, peccato che di vostro io non abbia mai letto una sola riga quindi.. state calmi.

Poi ci sono stati quelli che conosco e seguo, reazioni serene perché sapevano benissimo cosa penso, poi gli sconosciuti che non ho proprio idea di chi siano che si lanciano in interessantissime ipotesi su passaggi successivi in un ipotetico ragionamento basato su quello che ho scritto (..mal di testa).

Non avete una minchia da fare.

Poche cose per chiarire che il vostro modo di pensare è ridicolo:

Un blogroll non è altro che una raccolta di link, personalmente lo uso come segnalibro, punto.
Pensate: sopra al mio c'è scritto "Leggo", non "Vivo per".
Se voi lo usate come lista per trovare continui spunti con cui masturbare i vostri implumi peni invidiosi non mi riguarda, ci metto chi mi pare senza che terzi debbano rompere le mie fragilissime palle su paventati motivi metafisici che mi avrebbero portato a mettere qualcuno lì.

Sapete perché avete iniziato a starnazzare come galline quando avete letto l'altro post?

Perché in linea di massima siete divisi in piccoli o medi clan che si detestano a vicenda ma non se lo dicono mai, perché quando leggete nei vari laboratori o nel profilo di contatti bozze di battute o roba pronta che fa schifo, non lo esprimete, o peggio, mettete un ignavo pollice in su o vi fingete offline, perché passate il tempo a complimentarvi a vicenda come patetiche miss seminude in gara per non si sa quale fascia mentre vi tirate calci sotterranei.

Ormai una percentuale notevole di quello che gira fa abbastanza pena, ma non ve ne accorgete o non volete accorgervene e continuate a privilegiare una fastidiosa quantità piuttosto che una sana qualità per paura di perdere terreno.

"Oddio, lui oggi ha postato otto battute, io solo sette, cazzo cazzo cazzo".

E siete pietosi.
Noiosi e pietosi.
E scarsamente divertenti.

Sul mio blog scrivo quello che mi pare, quando mi pare e non voglio una folla di sfigati che appaiono ormai talmente assuefatti dalle reciproche lusinghe e da quelle di un pubblico mediamente vicino all'analfabetismo da trovare tanto drammatica l'opinione della prima venuta.
Prima venuta che mediamente indovina, ok.
Probabilmente ho ragione anche sulle vostre sorelle e il resto.

Sapete che ho ragione, quindi mettetevi una mano sulla coscienza e tenetela lì, se non altro per rallentare la superproduzione di cazzate scritte, impacchettate la vostra coda di paglia e fate un po' quello che vi pare, come continuerò a farlo io.
Almeno io continuerò a farlo dicendo quello che mi va senza bisogno di elemosinare consensi.

Ah, e la storia dei pompini mi hanno chiesto di scriverla per deviare i sospetti.
Le vostre mamme.












10 commenti:

  1. Avevo letto il post sulla satira che ho tacitamente apprezzato.
    La gente è stronza, quando non ha un cazzo da fare deve criticare e sanno solo nascondersi per farlo. Adoro come sputtani tutti lo sai?

    RispondiElimina
  2. bella chiusa, tempi comici davvero ottimi e cazzate del genere, però mò basta, andiamo oltre! 

    (Wick, tocca te ora)

    RispondiElimina
  3. utente anonimo4 gennaio 2011 18:28

    mezzatazza for president!!!!

    RispondiElimina
  4. ah che donna meravigliosamente pugnace che sei, mezzatà!

    andreolo

    RispondiElimina
  5. Sai qual'è la cosa davvero ironica? Che sputtani quelli che si fanno pompini a vicenda per farsi i complimenti e, guarda un po', pompini a gogo nei commenti dei tuoi post. Certo non è colpa tua.
    Comunque, bel post cattttttsaaaaaaaaaaawww!! LOL, ROTFL e anche ROTFLASTC

    RispondiElimina
  6. Tazza... tu sei un passo avanti... sempre!!!

    RispondiElimina
  7. Ora che ho letto con più attenzione e ho smesso di ridere, mi accorgo che da mesi e mesi e mesi ho smesso di frequentare blog ""letterari"" (doppie virgolette) perché ogni cosa che veniva scritta dai tenutari era meravigliosa. Cioè, era meravigliosa nei commenti.
    Anche questo post è un po' meraviglioso, comunque, ma continuerò a frequentarlo.

    RispondiElimina
  8. Appena finisco di fare la ola per il finale, comincio ad applaudire.

    RispondiElimina
  9. ...in linea di massima siete divisi in piccoli o medi clan che si detestano a vicenda ma non se lo dicono mai...
    Ahimè, tristemente vero. Comunque il post incriminato me lo son letto dopo aver letto questo (passo di tanto in tanto, ma non spessissimo, quindi mi perdo le puntate), e non mi pareva così tremendo...

    RispondiElimina