giovedì 9 dicembre 2010

Cotte virtuali 2 – Dov’eravamo rimasti

Tralasciamo le ramificazioni meno sordide della questione e riprendiamo dal punto d'interesse:

"2 - Caduta delle remore nei confronti dell'oggetto dei nostri pensieri e inizio del contatto virtuale approfondito."

Gente, mi spiace comunicarvelo, ma questo è l'inizio della fine.

Perché abbiamo saltato i passaggi sui pessimi approcci che non vanno a buon fine - come quello di Adreaspa nei commenti al post precedente - che effettivamente esistono ma sono perpetrati da gente semplicemente  interessata a sparare nel mucchio per una scopata qualsiasi - come Andreaspa nei commenti al post precedente - e siamo andati oltre.

Quindi sarà tra due tipiche anime affini - le quali forse ancora non lo sanno - che tratteremo il tema della vera e propria..

Interazione:

Non fatemi sprecare troppe parole: coloro ai quali è accaduto già sanno di che parlo, coloro ai quali no non vorranno la sorpresa rovinata - perdonate gli spoiler - e in ogni caso sono incostante quindi l'argomento inizia ad annoiarmi.

Comunque, scorsa generale sui tipi d'interazione iniziale, tralasciando fb per ora, su blog e simili:


  • Commenti: se siete entrambi blogger inizierete ad annusarvi dai reciproci commenti, e avrete voglia di postare di nuovo per leggere i suoi e aspetterete che scriva per lasciare che legga i vostri.


  • Commenti: se uno dei due è blogger, uno scrive e l'altro commenta, potevate arrivarci anche da soli


  • Commenti: se nessuno dei due è blogger, ma entrambi si commenta - situazione che normalmente vediamo realizzarsi tra persone spaccapalle che partecipano con veemenza a discussioni su argomenti di cui a nessuno importa, come il conflitto tra le due coree - l'inizio è quotarsi a vicenda: "Sono perfettamente d'accordo con quello che dice MelindaOcchiSecchi78 ;)" , "Non posso che inchinarmi al commento di AbelardoCrocifissoConUnaCordaD'Oro, geniale" e così via.


Quando si parla di fb generalmente il contatto con la persona x avviene in virtù di 


  • Commenti sotto pagine stupide/gruppi stupidi, io leggo te, tu leggi me, ci stiamo simpaticissimi e ci aggiungiamo, eppoi salta fuori - maddai - che ascoltiamo gli stessi due cd, abbiamo letto lo stesso libro, ci piace Saviano e 'ste menate.


  • Commenti sotto pagine sensate/gruppi sensati, io leggo te, ti molesto un po' e mi aggiungi


Tenete presente che questo passaggio è comune anche all'instaurarsi del tranquillo rapporto amicale, l'unica cosa che lo distingue è che voi trovate questa persona inspiegabilmente interessante e aspettate coscientemente di rileggerla con una sensazione un po' diversa.

Le differenze sostanziali iniziano con l'arrivo dell'interazione secondaria, successiva e cronologicamente distaccata di un periodo solitamente compreso tra una e due settimane d'interazione primaria:


  • Mail con una battuta, un apprezzamento o il proseguimento di un commento fatto in pubblico, bravi: non  sono brutte scuse per spostare la conversazione. Quando chi lo invia lo fa con un sorrisino idiota stampato, tutto soddisfatto delle tre righe di contenuto per le quale in proporzione ha usato più tempo che per il tema di maturità, è già cotta. Se chi lo legge lo fa con un sorrisino idiota stampato, mordendosi un po' il labbro di sotto, la cotta è ricambiata.


La differenza fondamentale tra interazione primaria e secondaria è comunque il livello d'interesse.
Che nella maggior parte dei casi comporta lo spostamento della conversazione dal pubblico al privatocome mera conseguenza.

Il problema da definire ora è composto  dai personaggi che popolano internet.

A quale stereotipo appartenete?
E qual è lo stereotipo del quale potreste cadere facilmente vittime?

Perché la cotta virtuale può essere molte cose al contempo, e a volte nessuna di queste cose è positiva per almeno uno dei due.
Le cotte virtuali spesso finiscono male, anzi, malissimo.

Scalzi verso il tramonto un cazzo, oserei dire.
Con un buon rapporto di iperintesa possibile da mantenere nel tempo, tsé, pura utopia.

Gente, ora ho da fare.

Nella prossima puntata quiz per definire quale tipo di cotto online siete.





12 commenti:

  1. Vabbè, se non hai la webcam non è colpa mia. E comunque finché non mi denunci non si può parlare di stalking.

    RispondiElimina
  2. Okay, okay.
    Ho già chiamato Mariastella e si è detta d'accordo: dall'anno prossimo (cioè tra venti giorni) questo blog diventa un libro di testo per ogni corso universitario di Psicologia, Etologia e Paleontologia.

    RispondiElimina
  3. i tuoi manuali stampanti li userei come carta da culo.


    Riogrande

    RispondiElimina
  4. ohccccccazzo!!!! giuro che non sciverò mai più  "Sono perfettamente d'accordo con quello che dice...." oppure "Non posso che inchinarmi al commento di.." pur di non scriverlo sono pronta ad andare contro a tutti i (pochissimi)miei principi morali...

    elisewin7

    RispondiElimina
  5. Io vorrei dire che già amo abelardocrocifissoconunacordad'oro.

    RispondiElimina
  6. Sono curioso come una scimmia dal parruchiere di leggere il seguito!

    RispondiElimina
  7. Taglia? interessante.
    infatti ti ci volevo pulire la bocca.

    Riogrande

    RispondiElimina
  8. stai facendo tutto questo per dire che mi ami? oh, che tenera.

    RispondiElimina
  9. Oddio, sai che questo tema è interessante?
    Non credo mi sia mai capitato di prendere una cotta per una blogger, nè per una commentatrice, ma qualche comportamento simile l'ho in effetti messo in pratica (scambio fitto di mail, frasi di circostanza).
    Certo, qualche interesse c'è stato, ma non a livello di cotta. E' più che altro una semplice curiosità di scoprire chi ho di fronte e conoscere meglio la persona.
    C'entra poco che fosse maschio o femmina.
    Diamine, altrimenti sarei cotto di Emix XD
    E dovrei farmene una ragione, visto che non sono ricambiato XD

    RispondiElimina
  10. sono d'accordo con uno dei commentatori a caso

    RispondiElimina