giovedì 23 settembre 2010

Stamattina niente caffè.

Giravo per blog per capire chi fossero 'sti candidati ai Macchianera Awards.

Ok, prima di fare questo nell'ordine: mi toglievo i vestiti con i quali sono andata a dormire stanotte sciarpetta compresa e indossavo il pigiama, bevevo acqua, preparavo un piatto di pasta, vomitavo, scolavo la pasta, mangiavo e mi trattenevo dal coprire d'insulti quelli che paiono i più alti esponenti della blogosfera.

Adoro la pasta di mattina.

E anche le belle giornate e mi pare che ieri lo sia stata.
Se non altro perché, al quarto bicchiere di vino a stomaco vuoto mi sono messa a spiegare a una nonna alta un metro e venti che pare la vecchina delle favole e a un nonno pallido e burbero che dopo un operazione al cervello abbraccia la vita in modo più aperto, cosa fossero gli scopamici.

Ma la nonna, che porta un 36 di piede e a volte buona parte del peso del mondo sulle spalle, resta comunque femmina e vanitosa e sciocca a modo suo, e un po' chiedeva e un po' rideva.
Il nonno no - decisamente no - ricordo, era pietrificato.

Poi la situazione è precipitata, vabbè.

Girando qualche link m'è sovvenuta questa domanda: ma che gusto c'è a far pena?

Non è una critica, proprio proprio una curiosità: che c'è di bello a ricevere pacche virtuali sulle spalle, vacue affermazioni su quanto sarà splendido il futuro, inutile solidarietà e parole evanescenti.

Chiaro che ognuno è fatto a modo proprio e io per esempio continuo a dimenticare a quale marca di motrici mi hanno promossa: prima mi chiamavano Scania, ora hanno cambiato ma proprio non mi resta in mente.

Certamente sono troppo ruvida per comprendere i timidi meandri dell'animo umano ma se dovessi iniziare a scrivere qui le mie sfighe per sentirmi dire "poverina".. boh.

Penso che se proprio volessi sentirmi dire qualcosa nello specifico mi descriverei come una figaccia tutta tette e chiappe, metterei qualche photoshoppata e mi farei dire che sono bona dalla mattina alla sera.

Ma in fondo ognuno è libero di fare di un blog quello che vuole, pure il promemoria continuo delle proprie sfighe.
Piuttosto, il mio diventerebbe lo spazio per la lista della spesa:

- Pollo
- Salsa di soia
- Aperol
etc.






19 commenti:


  1. É proprio perché esistono 'sti blog (e sono un'infinità, cazzo) che DEVONO necessariamente esistere blog tipo il tuo. O tipo il nostro. O tipo altri tipo il tuo o il nostro. O diversi, ma non di quelli da mazza chiodata sui maròni, per capirci.
    Insomma, qualcuno che offra un'alternativa, perdio.

    RispondiElimina

  2. Salsa di soia?!

    Sei una persona spregevole.

    RispondiElimina
  3. Quando uno spiega ai nonni che cosa sono gli scopamici, per me, deve premettere che lo scopamico è una cosa di cui tutti parlano ma che probabilmente non esiste, tipo lo Yeti o Nessie. La cosa veramente difficile è spiegare ai nonni che cosa siano lo Yeti o Nessie.

    RispondiElimina

  4. guarda che è finita pure la carta igienica

    RispondiElimina

  5. ...mio fratello dice sempre che gli Scania sono le Aston Martin dei camion...quindi mi chiedo perchè ti hanno "declassato" a qualcos'altro.. ;-)

    RispondiElimina
  6. Aperol? Aperol??? Mannaggia a cristo santissimo iddio, Aperol????

    RispondiElimina

  7. lo scopamico del vicino ce l ha sempre piu lungo.
    è perchè scrivo stronzate del genere che non sono candidato al macchianera probabilmente.

    RispondiElimina
  8. Su, su, non dovete essere invidiosi di quelli che vanno a Riva Del Garda.

    Solo io posso esserlo.

    RispondiElimina

  9. Guarda, per come la vedo io, ci sono "sfighe" che richiedono anche un certo talentuoso orientamento, ne sa qualcosa il ragionier Fantozzi.
    Magari, tra questi blog, prima o poi, in un talento del genere ci si incappa e allora, altro che compatimento, non potremmo far altro che applaudire r sghignazzare!
    Blog molto acuto, bello leggerti!
    A presto

    RispondiElimina
  10. scappo. corro a leggere i candidati ai macchianera awards.

    RispondiElimina
  11. Perchè non andiamo a Riva del Garda e facciamo una strage di blogger? Sarebbe fichissimo.


    RispondiElimina
  12. ma che amore la nonna alta un metro e venti con un trentasei di piedi.
    tazza,quasi quasi stasera dormopure io vestita.

    RispondiElimina
  13. Simpatico il tuo post. Spero non prendi questo mio commento come una pacca sulla spalla

    RispondiElimina

  14. penso che i blog avranno sempre varia forma e pensiero.
    chissà magari uno di loro legge te e dice la stessa cosa che pens e scrivi d loro

    RispondiElimina
  15. Camminando nel salone ho inciampato in una gamba del tavolino e sono finito nel tuo blog (ho anche sbattuto un gomito su di un link...haia!), e ora appena tornato dal supermercato,  per comprare due bottiglie di acqua Panna, mentre me le dó sulle palle per espiare la mia parte di colpa per i mali del mondo ,  volevo commentare che mi piace questo blog e se me lo permetterai ogni tanto verró a ridurre il ph della mia bile quí!

    Salute!

    ps: Cinar, Rosso Antico, magari perfino un Vov ma Aperol non se pó sentí´!!

    RispondiElimina
  16. Anonimo neanche non se pó sentí...mi chiameró The Slim...quello sopra dico!

    RispondiElimina

  17. post che interamente condivido

    Penso che se proprio volessi sentirmi dire qualcosa nello specifico mi descriverei come una figa tutta tette e chiappe, metterei qualche photoshoppata e mi farei dire che sono bona dalla mattina alla sera..

    soprattutto questa.. non è un'idea malvagia dopotutto :-)

    RispondiElimina
  18. Comunque, tranquilla, il futuro sarà splendido.

    RispondiElimina