martedì 21 settembre 2010

La Principessa, il pisello, la Mela e il Cammello.

C'era una volta (c'è ancora, mica è morta)
una Principessa capricciosa
si lamentava di frequente
ma dalla vita aveva ogni cosa
anche se le pareva di non avere niente.

Questa Principessa era stata abituata
fin dalla più tenera età
ad avere accanto una persona fidata
che l'accompagnasse di qua e di là.

Non che fosse rimasta sempre la stessa
di compagne un paio ne aveva cambiate
ma diciamo che era abituate ad avere fissa una contessa
con cui passare le giornate.

Quello che capitava attorno lo ignorava quasi del tutto
e guardando con la contessa il mondo dal balcone
non si sentiva mai dire niente di brutto
nemmeno concepiva che esistessero altre persone.

Insieme loro due inventavano giochetti
parlavano tanto, ridevano sguaiate
sfottevano gli altri per i loro difetti:
"guarda che storte quelle fighe intrombate".

La Principessa ovviamente
con quegli occhi nocciola e i ricci ramato-marrone
aveva sempre accanto un principe servente
che la sera la trombava e la domenica l'accompagnava alla funzione.

Invece la contessa, che non era un granché 
come ammaliatrice, non lo aveva mai avuto
senonché 
un giorno conobbe un fante nerboruto

La contessa, trovato il pisello
smise di andar d'accordo con la Principessa
che non trovava bello 
che l'amica fosse di questo cotta lessa.

(Ovviamente, sugli uomini della Principessa, non si poteva dire niente
salvo poi insultarli per ore quando tra loro finiva l'amore.)

Comunque la principessa si sentiva innervosire
offesa da quel comportamento e molto annoiata
e incrociò un giorno la nostra Mela con cui pensò di sostituire
l'amica Contessa che l'aveva accantonata.


Da qui inizia un periodo tribolato
per colpa della Principessa Gallina
che tra cazzi e mazzi ci ha portato 
ad accorgerci che è sul serio una poverina.

Adesso sono stanca e un po' di fretta
mi sento pure un po' cretina
vado a fumare una random sigaretta
finché non mi torna voglia di scrivere in rima.







4 commenti:


  1. Mio Dio, tu sei geniale... davvero...

    RispondiElimina
  2. Ma chi sei, gianni rodari sotto lsd?

    RispondiElimina
  3. le fighe intrombate hanno tutto il mio rispetto!!!

    RispondiElimina
  4. ma nooooo!!! fumatela dopo la sigaretta, io voglio sapere altro! ancora!! su su...che la principessa tanto amata, non mi par una gran ficata, mentre alla contessa poverina, voglio bene più di prima!

    RispondiElimina