lunedì 14 giugno 2010

Oh ma che due palle ‘sto Luttazzi.

Ha copiato, dichiarando espressamente e arrogantemente il contrario e ci ha fatto una gigantesca figura di merda, fine.

Questo omuncolo nevrotico balbuziente e pieno di tic ci ha presi per il culo alla grande, giocando anche facile dato che i vari dai quali ha preso le battute sono (o erano) per lo più sconosciuti in Italia.

Oh cazzi suoi.
Cioè chissenefrega.
Non mi ha mai esaltato particolarmente, amavo alcune battute dei suoi spettacoli.
Di Hicks e Carlin.
O forse è più corretto dire che amavo file di battute dei suoi spettacoli, minuti su minuti.
Di Hicks e Carlin.
Balbuzie esclusa.
Curioso il suo concetto di "Citazione".
Quindi io potrei decidere di prendere un libro di Moccia, aggiungere qualcosa come tre capitoli di roba intelligente e tentare di venderlo oltreoceano accodandomi alla visione del Nostro di "Citazione".
Fico.

Almeno mi ha tolto il giogo di doverlo reputare divertente nonostante l'odio che quell'esserino a mezza via tra un gatto attaccato alle palle e Gollum mi ha sempre suscitato.

La cosa più divertente è la sua difesa, basata su uno smanettamento così potente al suo blog da meritare una denuncia per stupro. Un noob decisamente: le modifiche da qualche parte restano, siamo online.
L'equivalente reale è Alfonso Signorini: in un modo o nell'altro se vuole le porcate le viene a sapere.
Poi le racconta alla Toffanin.
E lei le dice a tutti.
Stesso meccanismo.
Andare a pretendere di aver fatto partire un giochetto nel 2005 e averlo specificato dopo 5 anni mi pare pretendere un po' troppo, per quanto il suo pubblico si possa definire selezionato..

Insomma basta: chi vuole continuare a seguirlo lo segua, chi è rimasto disgustato non lo segua più, fine del problema.

Io personalmente lo ringrazio.
A mai più.

Nessun commento:

Posta un commento